Centro di competenza-> Attività

Centro di competenza

Attività

Gli obiettivi del programma di potenziamento della rete meteo-idropluviometrica, approvato con DPCM 15/12/1998, secondo quanto indicato dalla legge 267/98, prevedevano, oltre alla realizzazione di una copertura omogenea delle reti di monitoraggio, il collegamento e l'interconnessione di tutte le componenti dei vari sistemi di monitoraggio censiti, oltre all'ottimizzazione delle funzionalità e della diffusione dei dati e il potenziamento dei centri esistenti ed operativi. Per la realizzazione di tali obiettivi è stato così ideato un sistema nazionale articolato in un sistema centrale individuato presso due sedi gemelle con funzioni di Centro Funzionale di Concentrazione (CFC) presso D.P.C. e ex D.S.T.N. e una serie di Centri Funzionali decentrati (CFD), individuati presso ogni regione, il cui compito principale è la diffusione degli allarmi idrologici ai fini di protezione civile per l%u2019area del Paese cui il Centro fa capo.

Le funzioni di un Centro Funzionale Regionale sono sintetizzabili in:

· collegamento del CF con le Centrali Periferiche di coordinamento e raccolta dei dati dalle reti in telemisura ricadenti nell%u2019ambito di competenza

· collegare il CF con gli altri CF regionali con funzioni di previsori meteorologici operanti nell%u2019ambito di competenza o di interesse, qualora non coincidono con il CF stesso

· collegare il CF con le sedi del Sistema Centrale

· utilizzare un Sistema Informativo Geografico a risoluzione spaziale variabile su cui implementare le informazioni via via disponibili (pedologiche, di uso del suolo, aree esposte a rischio)

· associare le precipitazioni osservate o gli stati idrometrici previsti alle condizioni dei precursori individuati negli scenari di rischio.

La Regione Siciliana ha individuato nell%u2019Ufficio Idrografico Regionale l%u2019Ente per l%u2019avviamento del Centro Funzionale Regionale per la Sicilia. Il sistema dei Centri Funzionali è stato istituito in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15/12/1998, secondo quanto indicato dalla legge 267/1998. Tali normative prevedevano la realizzazione, su scala nazionale, di una copertura omogenea di reti di monitoraggio, l'ottimizzazione delle funzionalità e della diffusione dei dati, nonché il potenziamento dei centri esistenti ed operativi. Compito precipuo del Centro Funzionale è la valutazione degli effetti al suolo a seguito di fenomeni meteorologici. A tal fine è necessario implementare gli studi e le ricerche volti a migliorare la conoscenza del territorio sia in termini di pericolosità, per consentire la suddivisione del territorio in aree di allertamento, sia per l%u2019individuazione dei possibili scenari di rischio.

Le valutazioni derivanti dalle analisi specifiche sono finalizzate, in fase previsionale, all%u2019emissione di previsioni a breve-medio termine circa i possibili fenomeni meteorologici attesi ed i relativi effetti idrogeologici e idraulici indotti sul territorio dalle condizioni meteorologiche previste.

Successivamente, si espleta la fase di monitoraggio della situazione meteo-idrologica in atto, sulla base dei dati provenienti dalle stazioni di rilevamento della rete di controllo a terra in tempo reale, nonché della ricezione di segnalazioni di dissesti verificatisi sul territorio in relazione alla loro tipologia, gravità, distribuzione ed estensione areale.

L%u2019obiettivo dei Centri Funzionali è, in sintesi, quello di allertare il Sistema di Protezione Civile (in tutti i suoi vari organi e Enti, sino alla scala comunale) circa il possibile verificarsi di situazioni di rischio idrogeologico legate a precipitazioni diffuse e prolungate.

In quest%u2019ottica l%u2019Osservatorio delle Acque che ha avviato le attività di Centro Funzionale della Sicilia per conto del Presidente della Regione, allo stato attuale svolge compiti di vigilanza sulle grandezza idrometroclimatiche ai fini di previsione e prevenzione del rischio idraulico ed espleta azioni di controllo e vigilanza sulle grandezze idrologiche al fine di prevenire situazioni di rischio in occasione di eventi eccezionali, piene, nonché in casi di riduzione delle risorse idriche superficiali e profonde. E%u2019 centro di competenza per il rischio idraulico in Sicilia.


user
password